Post

Visualizzazione dei post da giugno, 2024
17 giugno: Giornata mondiale contro desertificazione e della siccità Ogni anno il 17 giugno si celebra la Giornata contro la desertificazione e la siccità .  Il tema scelto per il 2024 è   “ Uniti per la terra. La nostra eredità. Il nostro futuro ” Per maggiori informazioni: https://www.isprambiente.gov.it/it
Immagine
  L’Africa al G7: intervenite, sul serio, su clima e debito In  una lettera  50 parlamentari da 20 paesi – fra i quali Nigeria, Egitto, Etiopia, Ghana e Kenya – hanno chiesto al summit di impegnarsi a fare tre cose: «Considerare la cancellazione e la ristrutturazione del debito; assistere nella riforma dell’architettura finanziaria che grava sulle nazioni africane; mantenere i propri impegni in materia di clima e finanza». https://www.nigrizia.it/notizia/africa-g7-interventi-su-clima-e-debito  
Immagine
 Il 13 giugno sono terminati i   negoziati intermedi UNFCCC SB60 di Bonn , che precedono e preparano la prossima COP29 di Baku, in Azerbaigian.   Ann Harrison, consigliere per la giustizia sul clima di Amnesty International, ha dichiarato:   “La fornitura di maggiori finanziamenti per il clima e garanzie sullo spazio civico sono essenziali se la COP29 entro la fine dell’anno vuole promuovere soluzioni alla crisi climatica basate sui diritti umani. Purtroppo la mancanza di progressi verso questi obiettivi a Bonn è preoccupante.   Le restrizioni allo spazio civico a Bonn hanno evidenziato quanto sia essenziale garantire che i diritti dei partecipanti alla COP29 a Baku a novembre siano protetti e garantiti, in particolare la libertà di espressione e la protesta pacifica. Questi diritti vengono regolarmente violati in Azerbaigian, un petrostato repressivo che detiene i suoi critici, compresi i difensori dei diritti umani ambientali” .   https://www.amnesty.org/en/latest/news/2024/
Immagine
  Accusati per difendere l’ambiente Cinque leader della comunità residenziale Colonia Maya nello stato messicano meridionale del Chiapas sono stati accusati di reato per aver protestato pacificamente contro uno sviluppo abitativo in una zona montuosa vicino a dove vivono. Nel 2015, la deforestazione sull’area montuosa ecologicamente protetta ha causato un’alluvione che ha distrutto oltre 20 case, una scuola elementare e un asilo. Per attirare l’attenzione su questa situazione, la gente di Colonia Maya ha organizzato azioni pacifiche, creative ed educative, come la “Marcia delle Panche”, dove i bambini, gli insegnanti e persone solidali hanno marciato portando i banchi delle scuole per sottolineare come l’alluvione avesse reso impossibile continuare la scuola. https://www.amnesty.org/en/latest/news/2024/06/prosecuted-environment-activists-communities-stand-protect-our-planet/
Immagine
  Le autorità congolesi e tre compagnie industriali non hanno rispettato le norme internazionali e nazionali relative al diritto a un ambiente sano e ad altri diritti umani . È quanto emerso in un nuovo rapporto che analizza il potenziale impatto delle fuoriuscite di petrolio e delle emissioni di fumo sulla salute e sulla situazione socioeconomica delle comunità locali. Il rapporto,  “ All’ombra delle industrie nella Repubblica del Congo ”,  fa luce su diversi casi di fuoriuscite di petrolio sul suolo e sulle sorgenti d’acqua, e sulle emissioni di fumo da forni di alluminio e piombo legati alle attività di due compagnie petrolifere e di una società di riciclaggio nelle aree di Pointe-Noire e Kouilou . https://www.amnesty.it/repubblica-del-congo-le-autorita-non-riescono-a-garantire-il-rispetto-dei-diritti-umani-da-parte-delle-grandi-industrie/
  Dati in tempo reale sul clima, insieme a immagini del nostro pianeta sono disponibili su Hyperwall: un modo interattivo per esplorare ciò che sta accadendo sulla Terra https://earth.gov/stories/hyperwall
  Il climatologo britannico Ed Hawkins propone uno strumento per valutare l'aumento delle temperature negli ultimi decenni. Con l'avanzare dei secondi su un foglio nero si sovrappongono dei cerchi colorati: ciascun cerchio è riferito ad un anno specifico ed è costituito da 12 punti, 1 per ciascun mese. Ciascun punto ci dice quanto la temperatura media mensile di quel mese differisce dal valore medio di riferimento calcolato per il periodo 1951-1980. Più ampio è il cerchio, maggiore è la differenza e quindi la temperatura media per quell'anno. I crediti del video sono della NASA   https://fb.watch/strWd9kpx8/
Immagine
  La  Intergovernmental Oceanographic Commission dell’UNESCO , in collaborazione con il  Governo italiano , il Comune di  Venezia  e il  Gruppo Prada , organizza a la prima  Ocean Literacy World Conference (Conferenza Mondiale sull’Alfabetizzazione all’Oceano) La Conferenza intende riunire nella città lagunare il  7 e 8 giugno  esperti internazionali di ocean literacy e di educazione all’oceano in preparazione della terza  Conferenza sull’Oceano delle Nazioni Unite,  che verrà ospitata a  Nizza, in Francia , nel 2025. https://onu italia.com/2024/05/29/oceano/
  UNESCO e UN Climate Change hanno lanciato la terza della serie di webinar sull’educazione ai cambiamenti climatici, che riunirà più di 1.500 persone in tutto il mondo, tra cui insegnanti, educatori e responsabili politici di tutto il mondo nei prossimi sei mesi per discutere su come rafforzare le capacità di integrare il cambiamento climatico e la sostenibilità nei sistemi di insegnamento, apprendimento e istruzione. Questi webinar, che si svolgeranno fino a dicembre 2024, vedranno i partecipanti al webinar discutere su come rafforzare la politica, la pianificazione e il finanziamento con particolare attenzione al miglioramento dei programmi di formazione degli insegnanti e rafforzare la resilienza dei sistemi educativi.   https://unfccc.int/news/readying-teachers-for-climate-education-new-webinar-series-by-un-climate-change-and-unesco-aims-at